via Don Pino Puglisi,45 80145 Napoli

Ordinazione Diacono Permanente

Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri. (Gv 13, 14.)

l diacono è il primo grado del ministero ecclesiastico, gli uomini dediti al servizio di Dio, che comprende tre gradi differenti del sacramento: i vescovi, i sacerdoti e i diaconi. Il diaconato non è solo un passo intermedio verso il sacerdozio, ma offre alla Chiesa la possibilità di contare su una persona di grande aiuto per i compiti pastorali e ministeriali. Figura presente nella Chiesa delle origini, fu istituito fin dall’epoca degli apostoli.Dopo il Concilio Vaticano II la Chiesa latina ha ripristinato il diaconato «come un grado proprio e permanente della gerarchia». Il diaconato permanente può essere conferito a uomini sposati.Il diacono ha la facoltà di presiedere la celebrazione di alcuni sacramenti: può battezzare, benedire matrimoni su delega del parroco, assistere i malati con il viatico, celebrare la Liturgia della Parola, predicare, evangelizzare e catechizzare.Contrariamente al sacerdote, però, non può celebrare il sacramento dell’Eucaristia (la messa), confessare o amministrare l’unzione dei malati. Grazie a tutto ciò che può fare, il suo aiuto è importantissimo, soprattutto nel momento attuale, in cui mancano persone che aiutino i sacerdoti nei loro compiti. I diaconi permanenti possono essere ordinati tra i battezzati celibi e anche tra gli sposati.  Come è appunto sposate papa di tre figlie Luigi di Domenico della nostra comunità che proprio il prossimo 22 maggio 2022 nella Chiesa Cattedrale di Napoli verrs consacrato Diacono Permanente.  Luigi ha un lungo percorso e cammino nella nostra comunità che lo vede al servizio da molti anni,

Altrettanto lungo è stato anche il percorso formativo che lo ha portato al diaconato e ceh ha vissuto con sacrificio ma anche con molte soddisfazioni. Non ci resta che affidarlo alle nostre preghire per il suo cammino.

Mario Ansaldi

Share the Post:
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Related Posts