Oratorio

Oggi il numero di giovani raggiunti dalle iniziative ecclesiali è minimo. La chiesa ci invita a partire dagli ultimi , coloro che sono rimasti fuori dai circuiti normali di evangelizzazione e di educazione. Sono i lontani . Lontani dalle preoccupazioni per la dimensione religiosa, lontani dal messaggio cristiano trasmesso dalla Chiesa; sono coloro che pur riconoscendosi nella Chiesa non la frequentano più. Sono lontani quelli che sono cresciuti in un altro continente culturale, un altro linguaggio, un altra morale.
L’ Oratorio, non è un cenacolo per i migliori, non è una sede di recupero per coloro che versano in gravi devianze. Si costruisce sulla misura di “questo ragazzo ” giovane comune (lontano), categoria a cui appartiene oggi il più grande numero

Un luogo di aggregazione e di espressione giovanile è elemento indispensabile. E come la casa per la famiglia. L ambiente così costituito è chiaramente cristiano, lo si sa collegato alla comunità ecclesiale; ma non si presenta come luogo religioso , appare come spazio aperto alle manifestazioni sane dell età giovanile.


Il Nostro Oratorio
Un luogo di aggregazione e di espressione giovanile è elemento indispensabile. E’ come la casa per la famiglia. L ambiente così costituito è chiaramente cristiano, lo si sa collegato alla comunità ecclesiale; ma non si presenta come luogo “religioso”, appare come spazio aperto alle manifestazioni sane dell età giovanile è regolato; a chi si inserisce si chiede come minimo disponibilità a fare un cammino, non importa con quali ritmi o risultati. Si chiede la volontà di costruire insieme e non soltanto di adoperare in maniera “anonima” impianti e attrezzature.
La composizione, animazione e corresponsabilità , particolarmente della componente adulta sono indispensabili perché si eviti un eccessiva selezione. Il suo influsso è infatti superiore a quello dei locali o delle offerte di attività . La sua formazione è quindi uno dei primi punti di attenzione.