Matrimonio

Il matrimonio oggi è una realtà complessa ed esigente
Se l’innamorarsi è un fatto istintuale che non dipende dalla volontà, lo sposarsi è invece frutto della scelta di due persone che, dopo essersi conosciute profondamente e aver costruito insieme un progetto di vita, decidono di donarsi vicendevolmente in maniera totale e definitiva.
La relazione di coppia è una realtà complessa e impegnativa, che non può essere lasciata soltanto al mutare dei sentimenti: va continuamente rimotivata sulla base di valori e di obiettivi condivisi. Costruire una positiva ed equilibrata relazione di coppia richiede molto tempo ed esige un confronto costante, sincero e realistico.
Una relazione di coppia che non sia stata bene impostata e rafforzata non riesce a reggere di fronte all’impatto con i problemi e i ritmi della vita odierna. Il matrimonio cristiano è una scelta di radicalità evangelica.
Il matrimonio che si celebra ‘in Cristo e nella Chiesa’ non ha soltanto un vago riferimento religioso alla presenza di Dio in un atto importante della propria vita di coppia, ma si basa sulla scelta libera e consapevole di fare della propria vicenda coniugale e familiare una immagine viva ‘ un sacramento ‘ dell’amore con cui Dio ama ogni uomo, di ‘come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei’ (cfr. Ef 5,25). Sposarsi in Chiesa richiede perciò un percorso di formazione che aiuti i fidanzati a costruire insieme un progetto cristiano: il loro amore e la loro vita quotidiana sono chiamati a diventare segno concreto dell’amore di Dio, testimonianza coerente di impegno cristiano, e quindi dono e ricchezza per la comunità. È importante prepararsi bene e per tempo Il ‘corso’ o l”itinerario’ di preparazione al matrimonio non sarà dunque un atto formale finalizzato a ottenere un attestato di sapore burocratico, ma dovrà essere un’esperienza significativa che aiuta la coppia a verificare o a costruire il proprio progetto di famiglia cristiana. È anche un’esperienza di Chiesa perché il cammino si svolge insieme con altre coppie in un contesto di dialogo, di confronto e di crescita comune. Ne deriva la necessità che questo percorso di preparazione al matrimonio sia compiuto per tempo: possibilmente prima ancora che ci sia la decisione definitiva di sposarsi e almeno un anno prima del matrimonio. Dalla preparazione alla “formazione permanente” Il percorso di preparazione al matrimonio non è un’esperienza isolata che si esaurisce in alcuni incontri prima di sposarsi. Dopo il matrimonio è utile continuare un cammino di formazione permanente che aiuti la giovane coppia a consolidare il proprio amore; essa sarà così maggiormente in grado di affrontare senza troppi rischi l’impatto con la quotidianità e con il rapido evolversi della mentalità odierna.